Come costruire con 10 € un antifurto GSM

Che cosa serve per costruire questo cellulare spia e antifurto per auto che ha poco da invidiare ad un antifurto satellitare?

  

 

Antifurto GSM GPS 

 

 

 

Un vecchio telefonino gsm (io ho usato un Nokia 3310), un relè 12V, un interruttore, una basetta forata, una scatola di plastica, un interruttore al mercurio, un condensatore elettrolitico da 1000 micro farad, una pila da 9V.

Il tutto, cellulare escluso, costa 10 Euro.

 

Il vecchio Nokia 3310 utilizzato per costruire l'antifurto per auto      I componenti necessari per costruire questo antifurto gsm per auto

 
 

Antifurto satellitare gsm economico 

 

 

 
Come funziona questo antifurto GSM per auto?

 

Il funzionamento dell'antifurto è molto semplice. Basta impostare un tasto di chiamata rapida sul cellulare sul numero di telefono (fisso o mobile) al quale desiderate essere chiamati nel caso venga premuto il tasto. Ma come si fa a far sì che il ladro ci chiami prima di iniziare ad asportare oggetti dall'interno della nostra automobile?

Basta ad esempio che, aprendo il vano portaoggetti dell'autovettura, faccia inclinare l'ampollina di mercurio che avremo incollato all'interno dello sportello. In questo modo i due fili dell'ampolla vengono messi in corto e se ad essi sono collegati ai due contatti che si trovano sotto il tasto del cellulare (il tasto a cui abbiamo associato la chiamata al nostro numero), ecco che riceveremo nel giro di 7 o 8 secondi una telefonata e ci apparirà come numero chiamante il numero della SIM che avremo inserito nel vecchio cellulare. E' chiaro che dovremo per questo scopo utilizzare una SIM che non usiamo più oppure procurarci una qualsiasi SIM.

Potremo così, nel caso l'automobile sia parcheggiata vicino a dove ci troviamo (casa, ufficio, negozio, ecc..) sorprendere il malvivente all'opera o comunque far intervenire qualcuno.

Se anziché un interruttore a mercurio utilizziamo un interruttore a vibrazione riceveremo una chiamata qualora l'automobile venga urtata, danneggiata o semplicemente venga aperta una portiera (dipende da dove collochiamo l'interruttore).

Erano anni che ogni tanto pensavo di costruire questo antifurto ma c'era un problema che mi bloccava: affinché premendo un tasto di chiamata rapida di un cellulare parta la chiamata è necessario tener premuto per uno o due secondi il tasto.  L'interruttore a vibrazione stabilisce un contatto per un tempo molto più breve e quello al mercurio per un tempo molto più lungo, quindi non avrebbe funzionato. Qualche giorno fa sono capitato casualmente su un forum dove si parla di motociclette e un utente suggeriva di costruire un antifurto di questo genere e forniva anche lo schema. Questo utente aveva risolto il problema del tempo di "pressione" in modo semplicissimo ma intelligente, con un condensatore che immagazzinava la corrente e la forniva poi per il tempo necessario alla bobina del relè. Semplice, solo che io non ci avevo pensato. Ringrazio lo sconosciuto autore del post.

Superato quindi l'ultimo problema mi sono messo all'opera e in meno di un'ora di lavoro l'antifurto era pronto e perfettamente funzionante.

Ecco l'antifurto GSM completo e pronto per essere installato nell'automobile
 
Ecco come si presenta l'antifurto GSM per auto completo

 

contenitore in plastica dell'antifurto per auto

Particolare del contenitore in plastica con l'interruttore di accensione e la presa per il cavo dell'interruttore al mercurio.

la basetta vista da sotto

La basetta utilizzata per i collegamenti ai componenti vista da sotto

I componeti dell'antifurto montati sulla basetta

 

Il condensatore elettrolitico da 100 mf, il relè in miniatura a 12V sono montati sulla basetta, la pila a 9V, l'interruttore di accensione dell'antifurto e la presa per il cavo dell'interruttore al mercurio (facoltativa) sono inseriti nella piccola scatola di plastica.

Schema elettrico dell'antifurto GSM da 10 euro

 

Schema elettrico dell'antifurto GSM descritto in questo articolo

 

per raggiungere i contatti dei tasti bisogna asportare la parte anteriore del Nokia 3310 e svitare le 6 viti con un cacciavite TORX 6

 

per raggiungere i contatti dei tasti (vedi immagine seguente) bisogna asportare la parte anteriore del Nokia 3310 e svitare le 6 viti con un cacciavite TORX 6.

La basetta che si trova sotto la tastiera di gomma del Nokia

Ecco come vengono saldati i due fili sulla basetta della tastiera del Nokia 3310. Io ho scelto di utilizzare il tasto che corrisponde al numero 2. Alla chiamata rapida avevo abbinato il tasto 2 al numero di cellulare a cui voglio essere chiamato.

Particolare della saldatura dei 2 fili ai contatti in corrispondenza del tasto 2

Particolare della saldatura dei 2 fili ai contatti in corrispondenza del tasto 2 

 

L'ampolla contenente il mercurio

Interruttore al mercurio. Quando viene inclinata l'ampolla il mercurio si sposta e tocca i due contatti mettendoli in corto. In questo modo viene simulata la pressione del tasto 2 sul cellulare (o di qualsiasi altro tasto a cui abbiamo saldato i due fili).

La membrana di gomma che copre i contatti della tastiera

La membrana di gomma (o plastica morbida) che funge da tastiera del Nokia 3310. Ho forato il tasto del 2 per far passare il cavo che va alla scatola. Temo di aver perso il diritto alla garanzia, ma ne è valsa la pena.

Questo non è solo un antifurto per auto, è un cellulare spia!

 

Per avere tutti i dettagli e prezzi sui cellulari spia, localizzatori GPS, microtelecamere visita il sito http://www.spyeyes.it/sito/catalog/

Per localizzare un cellulare puoi usare questo programma

 

Perché questo antifurto è un cellulare spia?

 

Supponiamo che vogliate sapere se qualcuno apre il cassetto della vostra scrivania.

Sarà sufficiente nascondere il cellulare spia nel cassetto da controllare e collocare l'interruttore al mercurio in modo tale che aprendo il cassetto si attivi. Se il cassetto verrà aperto riceverete subito una chiamata e se vi trovate nelle vicinanze potrete cogliere con le mani nel sacco (o meglio, nel cassetto) l'intruso. Esistono ovviamente in commercio cellulari spia e apparecchiature di sorveglianza e videosorveglianza molto più sofisticate, ma non costano 10  euro.

 

 

Gianfranco Viasetti - tel. 030 2584315 - Fax 030 5106976 - mobile phone 335 64 56 855.

Realizzazione siti web per professionisti e PMI - Posizionamento siti - Web Marketing

25030 Castel Mella (Brescia) - Via Alberto da Giussano, 41 -  E-Mail: info@needfulthings.it

P.IVA: 02842170173 - Cod. Fiscale: VSTGFR47M29A569T - Siti web dal 1997 - Corsi dal 1986

Zona operativa: Milano - Brescia - Bergamo - Varese - Lugano - Bologna - Verona - Venezia - Vicenza - Treviso - Firenze - Roma - Palermo - Catania - Mantova - Bologna - Trento - Torino