Needful Things

Un acero nano sta germogliando - qualcosa sta nascendo...

Needful Things, ossia Cose Preziose. Non nel senso di diamanti o gioielli, ma di cose che possono essere preziose per qualcuno di noi e non per altri. In effetti "Cose Preziose" non è una traduzione corretta di Needful Things, il vero significato è "cose di cui abbiamo bisogno", cose di cui necessitiamo. Chi di voi ha letto Needful Things di Stephen King o visto l'omonimo film tratto dal libro capirà meglio cosa intendo dire. Per gli altri mi limiterò a fare qualche esempio: un orsacchiotto di peluche può essere una cosa preziosa per un bimbo e non valere nulla per noi. L'atmosfera di un luna park in una notte d'Agosto, con i suoi baracconi, le giostre, lo zucchero filato, può provocare emozioni e destare lontani ricordi a qualcuno di noi e lasciar indifferenti altri. Per un non vedente può essere prezioso un sito che è stato programmato rispettando la normativa W3C, per noi può essere indifferente.

Cosa intendiamo con Cose Preziose?

Intendiamo innanzitutto informazioni preziose e difficilmente trovabili altrove. La cosa più preziosa che ognuno di noi ha è il TEMPO. Il tempo è impagabile e non lo si può comprare. Noi non intendiamo farvelo sprecare.

 

 

Di cosa ci occupiamo?

Needful Things è una divisione di Studio Viasetti e si occupa principalmente della realizzazione e della promozione di siti web per Professionisti e piccole aziende. Come è noto, dal Gennaio 2007 anche i professionisti (avvocati, medici specialisti, chirurghi, commercialisti, ragionieri, geometri, ingegneri, ecc..) possono farsi pubblicità per promuovere la loro attività. Oggi il modo migliore e meno costoso per farsi pubblicità è avere un sito web. Ma attenzione, avere un sito, anche se bellissimo, non significa automaticamente essere trovati dai potenziali clienti. Ne sanno qualcosa le centinaia di migliaia di aziende italiane che pur avendo un sito web si ritrovano ad avere solo 3 o 4 visitatori al giorno.

Ma perché non hanno visitatori?

Gli utenti che cercano fornitori in Internet usano i motori di ricerca (Google in primis). Digitano l'informazione che vogliono trovare e consultano i primi siti che vengono elencati. Se i siti elencati sono centinaia di migliaia (e quasi sempre è così) solo chi si trova nelle prime 20 o 30 posizioni ha qualche speranza di essere visto e "cliccato"; gli altri vengono ignorati, ed è logico che sia così. Chi ha a disposizione ore ed ore per arrivare a vedere chi c'è al millesimo posto?

Per essere ai primi posti non bisogna pagare?

Assolutamente no! A meno che vi riferiate ai link sponsorizzati mostrati normalmente sul lato destro delle pagine. Per quelli si paga un tanto per ogni click. Ma io non mi riferisco ai link sponsorizzati (sui quali pochi utenti cliccano) ma ai risultati organici mostrati dal motore. Per quelli non si paga.

Come si fa ad essere ai primi posti nei motori?

Se si desidera (e chi non lo desidera?) essere ai primi posti nei motori bisogna decidere prima di realizzare il sito, non dopo. Dopo è quasi sempre troppo tardi e sarà necessario rifare completamente il sito per correggere l'errore fatto. Pensiamoci bene prima di far realizzare il proprio sito web a chi è magari bravissimo come grafico, designer o programmatore ma non ha la più pallida idea di come deve essere progettato un sito per venir considerato "importante" dai motori.

Ma la colpa è sempre del webmaster?

Assolutamente no! Intendo spezzare una lancia a favore dei tanti professionisti (web master e web designer) che non hanno colpe, o ne hanno poche, per quanto riguarda la mancata indicizzazione dei siti dei loro clienti. Molte volte infatti la colpa è del cliente che ha commissionato il sito. Alcuni clienti ci chiedono siti web con caratteristiche tali che non consentono ai motori di indicizzare correttamente le pagine. Ci chiedono siti animati in Flash o con introduzione in Flash, ci chiedono siti con frame, vogliono tanti bei pulsanti che cambiano colore al passaggio del mouse, vogliono i menù a tendina, ci danno una marea di fotografie da inserire ma ci danno testi stringati; ci dicono che per loro conta "far vedere" le immagini dei prodotti e che il testo non è importante. Vogliono la musica sulle pagine e così via.

Molti professionisti sanno benissimo che le probabilità che un sito con simili caratteristiche venga posizionato ai primi posti di Google sono prossime allo zero, eppure, per paura di perdere il cliente, non glielo dicono. Ed è questo che trovo sbagliato. Siamo noi gli esperti, non è il cliente, diciamoglielo! Informiamo il cliente che sta per affidarsi a noi con fiducia che così non va bene. Diciamoglielo che i motori (e anche gli utenti) vogliono siti con caratteristiche ben diverse. Diciamoglielo che i visitatori vogliono INFORMAZIONI e che le vogliono SUBITO; che non sono disposti ad attendere più di 10 secondi per trovare ciò che desiderano. Se necessario perdiamo il cliente, ma comportiamoci professionalmente, sempre.

Chiedeteci aiuto prima, non dopo.

Gianfranco Viasetti - tel. 030 2584315 - Fax 030 5106976 - mobile phone 335 64 56 855.

Realizzazione siti web per professionisti e PMI - Posizionamento siti - Web Marketing

25030 Castel Mella (Brescia) - Via Alberto da Giussano, 41 -  E-Mail: info@needfulthings.it

P.IVA: 02842170173 - Cod. Fiscale: VSTGFR47M29A569T - Siti web dal 1997 - Corsi dal 1986

Zona operativa: Milano - Brescia - Bergamo - Varese - Lugano - Bologna - Verona - Venezia - Vicenza - Treviso - Firenze - Roma - Palermo - Catania - Mantova - Bologna - Trento - Torino